Chi siamo

12

 

Alinka Volcan, Presidente di Ayur-Jeevan

Ciao mi chiamo Alinka e mi occupo di Ayurveda.
Sono nata a Bolzano, splendida realtà culturale e naturalistica, dove sono cresciuta con la mia famiglia e dove vivo tuttora.
Dopo aver terminato le scuole superiori con il diploma magistrale, mi sono iscritta alla facoltà di giurisprudenza a Padova, dove nel 2005 ho conseguito la laurea in scienze giuridiche.
Durante gli studi universitari, e per alcuni anni anche dopo essermi laureata,  ho insegnato prima nelle scuole elementari e poi per quasi tre anni in una scuola professionale per le professioni sociali.
L’insegnamento è stato una delle esperienze lavorative più piacevoli e gratificanti di quelle fino ad ora maturate: mi ha formato prima di tutto come persona e non ho paura di ammettere che è molto  più quello che ho imparato dai miei numerosi alunni e da tanti colleghi, che non quello che sono riuscita a trasmettere “dall’altro lato della cattedra”.
E’ stato difficile decidere di lasciare la scuola, ma volevo provare a sfruttare a pieno gli studi universitari e così ho iniziato a lavorare presso l’ufficio legale di una grande azienda altoatesina. Il lavoro d’ufficio si è rivelato una realtà difficile da affrontare, ma al tempo stesso molto stimolante: i ritmi incalzanti dell’attività che ti obbligano a un’organizzazione ottimale, le scadenze da rispettare, il lavoro di gruppo che tanto dà dal punto di vista umano, ma ancora di più chiede, sia in termini di sensibilità e attenzione che  di impegno…  Sono stati anni di apprendistato e formazione intensa, in cui ho sperimentato quanto sia facile cadere in errori apparentemente banali, ma dalle conseguenze importanti e in cui ho capito che il mondo delle carte, della gerarchia e della burocrazia fini a se stesse non erano la mia strada.
Nel 2009, infatti, è avvenuto l’incontro con l’antica medicina ayurvedica: avevo da qualche tempo il desiderio di imparare un massaggio, così, per me e per chi in quel momento stava condividendo quel tratto di cammino della vita con me.  Mi comunicarono però che il corso che avevo scelto non sarebbe partito a causa della malattia dell’insegnante e così avevo quasi accantonato l’idea, quando – in occasione di una visita a un’amica a Milano - mi sono imbattuta nella giornata delle porte aperte di una scuola di ayurveda.  L’accoglienza del Presidente, l’attenzione e la disponibilità degli insegnanti, mi hanno fatto sentire subito a casa e ho capito che avevo trovato il mio corso di massaggio. Con il senno di poi posso dire che quel primo approccio si è rivelato un momento determinante per tante scelte che hanno caratterizzato poi questi ultimi anni.
La mia formazione iniziata con la scuola AIMA di Milano e il corso di massaggio base sono stati solo l’inizio di un intenso e affascinante piano si studi. Dopo tre anni nel 2012 ho conseguito  il diploma di operatrice ayurvedica e in occasione dello stage in India organizzato dalla scuola al termine del corso triennale, sono entrata in contatto con la clinica Chakrapani Ayurveda Clinic & Research Centre di Jaipur (Rajastan).
Il progressivo approfondimento della conoscenza ayurvedica è stato talmente coinvolgente da farmi capire che non si può studiare l’Ayurveda senza vivere nell’Ayurveda: si acquisisce una consapevolezza che non può non cambiarti la vita. Perciò ho deciso di lasciare il lavoro presso l’ufficio legale e proseguire a Jaipur la mia formazione. Nella clinica ho avuto l’onore e la fortuna di studiare e lavorare per diversi mesi mesi con Vaidya molto competenti ed entusiasti di trasmettere parte della loro vasta conoscenza, con terapisti di grande esperienza che con tanta pazienza e grande umiltà mi hanno mostrato tanti segreti del lavoro con i pazienti e delle preparazioni ayurvediche. In clinica ho trovato un ambiente molto accogliente, appassionante, professionale e professionalizzante, tanto da decidere di renderlo un elemento stabile per la mia formazione.
Per capire se il mio futuro lavorativo poteva essere effettivamente nella pratica ayurvedica ho pensato di trovare una realtà che mi permettesse di fare “gavetta” , valutare le mie capacità sul campo e decidere definitivamente quale direzione dare alla mia vita professionale.
Per sei mesi ho lavorato quindi come operatrice ayurvedica presso una grande struttura di Livigno, fortemente orientata al mondo olistico e specializzata  in ayurveda, che mi ha dato la possibilità di collaborare con la dottoressa Rawandale, Vaidya indiana, che insegna e pratica già da anni l’ayurveda in India e in diversi Paesi europei.
Questo è il variegato percorso fatto fino ad oggi e anche se sembra una strada lunga, so che sono appena entrata nel vastissimo e affascinante mondo dell’Ayurveda: ho ancora tanto da imparare con infinite possibilità di approfondimento e di pratica. Da maggio 2014 con l’associazione Ayur-Jeevan ho avviato a Bolzano la mia attività di operatrice ayurvedica: mi occupo personalmente di diversi trattamenti ayurvedici e di corsi di massaggio e cucina ayurvedica. Attualmente collaboro con diverse associazioni in tutta Italia soprattutto per eventi di formazione e di promozione della cultura ayurvedica, per permettere a me e quante più persone possibile di raggiungere uno stato di benessere, una vita piena e felice.